Giardini verticali: come arredare casa con le piante

È molto di tendenza negli ultimi anni avere in casa un piccolo giardino verticale:sapete già di cosa si tratta? Sono vere e proprie pareti verdi che arredano gli spazi più luminosi della casa  che spesso occupano la zona living o la cucina, regalando la piacevole sensazione di trovarsi in un ambiente salubre.

Tra i vantaggi dell’avere un giardino in casa c’è l’unicità di possedere un vero e proprio quadro vivente che si trasforma stagionalmente, oppure ogni volta che lo si desidera, in base alle forme ed ai colori delle piante che scegliamo di inserire nella nostra composizione.

 

Diversamente da quel che si potrebbe pensare, non è necessario avere pareti molto estese come quelle della hall di un albergo di lusso. Basterebbe un piccolo spazio della vostra casa, magari quell’angolo che finireste per attrezzare con mensole destinate ad essere futuri cimiteri per soprammobili dimenticati!

Si tratta di pratiche e belle soluzioni per tutti quelli che fino ad ora hanno dovuto rinunciare al verde per mancanza di spazi esterni o balconi da poter abbellire. I giardini verticali, inoltre, sono un’ottima soluzione per chi voglia arredare la propria casa secondo le ultime tendenze ma senza la necessità di cure ed attenzioni particolari!

Abbandonata l’idea della terra in casa, oggi si utilizzano substrati naturali come ad esempio lo sfagno: un muschio dalle innumerevoli proprietà per la crescita ed il mantenimento delle piante e che, grazie alla sua leggerezza, permette al nostro giardino verticale di poter essere posizionato anche a mo’ di quadro senza problemi di peso.

Volendo tralasciare il motivo prettamente estetico, che ci entusiasma sempre di più rispetto a quello scientifico, i motivi per avere un giardino verticale in casa sono molteplici. Innanzitutto le foglie delle piante assorbono l’anidride carbonica e restituiscono ossigeno, influenzano la temperatura e la qualità dell’aria regolando l’umidità e rinfrescando gli ambienti troppo caldi. Non solo, le piante hanno il potere di trasmettere benessere e migliorare sensibilmente la qualità della nostra vita. A questi benefici va aggiunto che l'attività di coltivazione ed il prendersi cura del verde alleviano lo stress e favoriscono il benessere della persona.

La NASA, ad esempio, fu la prima negli anni '70 ad avviare ricerche sulla capacità delle piante di migliorare la qualità dell' aria all'interno delle navicelle spaziali e, proprio da questi studi, è emerso che alcune piante sono particolarmente efficaci nell'assorbire elementi inquinanti presenti nell’atmosfera. Tali elementi possono essere di natura chimica (gas, composti organici volatili, benzene), di natura fisica (umidità, cattiva illuminazione), di natura elettromagnetica e, infine, di natura biologica (virus, batteri, tossine, muffe, acari).

Insomma non ci sono più scuse valide per non regalarsi un giardino verticale in casa: in commercio se ne trovano per tutti i gusti e per tutte le tasche! Un consiglio da designer? Abbellitelo con la giusta illuminazione, che ne esalterà ancora di più l’unicità!